Food

20 novembre 2017Enrico Albertini

Otto startup in gara per creare la mela del futuro

Il 23 novembre in fiera a Bolzano va in scena «Interpoma Innovation Camp»: ricerca e nuove idee per assecondare cambiamenti climatici ed esigenze dei consumatori

Il tempo dell’innovazione per le mele. Prendendo a prestito – e modificando un po’ – il titolo di un film che rappresenta un pezzo di storia del cinema si può cogliere il senso dell’«Interpoma Innovation Camp», l’appuntamento del 23 novembre al MEC, centro congressi della Fiera di Bolzano. Dalle 16 in poi si presenteranno, mettendosi in gara, 8 startup che hanno l’obiettivo di rivoluzionare il mondo dell’industria della frutta. Cambiano infatti le condizioni climatiche per la coltivazione e stili di consumo: per questo il settore food ha continuo bisogno di idee e spunti innovativi. E parlando di prodotti alimentari in Alto Adige il collegamento alla mela è quasi automatico. Settemila aziende che le producono aiutate da 300 giornate di sole l’anno: una mela su dieci in Europa è prodotta in Alto Adige. Tredici varietà di mele Igp, un raccolto che supera le 950 tonnellate l’anno e tanta attenzione al biologico, dove si arriva a toccare il 40% della produzione europea.

Ma per rimanere leader c’è bisogno di tanta ricerca: a metterla in vetrina ci pensa l’Innovation camp. Un appuntamento che fa da gustoso antipasto per l’edizione 2018 di Interpoma, già fissata per novembre. La fiera – che nell’ultima edizione ha visto più di 20mila visitatori – ha infatti cadenza biennale. Un'esperienza a trecentosessanta gradi fatta di business, ospitalità, enogastronomia e natura e accompagnata da un ricchissimo programma eventi tra cui visite guidate ad aziende agricole del territorio per dare la possibilità agli addetti ai lavori di vedere da vicino e toccare con mano la realtà dell’Alto-Adige e, fiore all’occhiello della manifestazione, il congresso internazionale «La Mela nel Mondo». Questo il programma di una manifestazione che avrà, il prossimo giugno, una preview internazionale: la seconda edizione di Interpoma Cina, che replica il successo della «prima» della scorsa estate.

Ad ospitare l’Interpoma Innovation Camp ci pensa, per questa edizione, Agrialp (la Fiera Agricola dell’Arco Alpino), che festeggia la sua 25esima edizione, dal 23 al 26 novembre. Una kermesse che ha avuto inizio nel 1971 e che ha testimoniato l’evolversi del settore agricolo altoatesino. L’ecosistema altoatesino ha una punta di diamante per tutto quanto riguarda nuovi scenari in agricoltura: il centro Laimburg. Nato nel 1975 come una piccola struttura – con una manciata di pionieri – per risolvere i problemi dell’agricoltura dell’epoca, oggi il Centro di Sperimentazione Laimburg è una realtà all’avanguardia, che ha dato un contributo determinante alla crescita del settore agricolo e alimentare sudtirolese. Un’istituzione che traccia nuove sfide, verso un’agricoltura sempre più efficiente, sostenibile, innovativa, da raggiungere grazie a un’evoluzione scientifica che ha ricadute concrete, tangibili. Come triplicare la resa di un ettaro di meleto.